WORK EXPERIENCE SPECIALISTICO IN OPERATORE ESPERTO IN GARE, APPALTI E CONTRATTI - Per disoccupati con più di 30 Anni | IN PRESENTAZIONE

 

Il 19 aprile 2016 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale con il Decreto Legislativo n.50, il nuovo Codice degli appalti, servizi e forniture pubbliche. La riforma approvata dal Consiglio dei Ministri introduce delle novità normative fondamentali, puntando molto sulla trasparenza dei processi, riducendo al minimo la discrezionalità e l'arbitrarietà nelle scelte di affidamento e aggiudicazione.

L'approvazione del nuovo Codice degli appalti è stata presentata come incentivo alla ripresa economica del paese: proprio per la sua cruciale importanza, per la svolta che segna in materia di appalti, concessioni e servizi nella quale l'Anac (Autorità Nazionale Anti Corruzione) ha un ruolo assolutamente centrale, rendendo fondamentali le competenze delle persone.

Quello degli appalti e dei contratti è un ambito strategico per le imprese del territorio e le novità appena introdotte mirano ad agevolare l'accesso al mercato degli appalti pubblici anche da parte delle aziende medio-piccole.

Il fabbisogno che si evidenzia pertanto è di figure professionali aggiornate e preparate che si Occupino di un settore cruciale per le imprese, ma che al momento non è adeguatamente sfruttato dalle stesse, proprio per carenza di competenze specifiche e di risorse dedicate ed aggiornate.

La creazione di figure professionali di questo tipo, risulta ancora più urgente se si pensa all'ambito degli appalti europei, altro ambito sul quale i destinatari del progetto verranno formati.

Ogni anno, oltre 250.000 amministrazioni pubbliche dell'Unione Europea spendono circa il 18% del PIL per acquisti di servizi, lavori o forniture: non solo molte imprese non sanno come aggiudicarsi questi appalti, ma non ne sono nemmeno a conoscenza.

Il nostro paese l'anno scorso non ha utilizzato circa il 70% dei finanziamenti messi a disposizione dell'Unione Europea e il Veneto si colloca tra le macroregioni europee peggiori, non solo come utilizzo dei budget aggiudicati (appena 120 milioni sui 452 milioni messi a disposizione), ma anche in termini di progetti/contratti presentati, con 646 proposte inoltrate contro le 13.120 della Lombardia.

Risulta quindi evidente come sia necessario intervenire per formare professionalità specializzate in questo settore, sempre più imprescindibili per le aziende del territorio.

ESPERTO IN GARE, APPALTI E CONTRATTI

Il progetto si propone di creare figure professionali che possano da subito proporsi al mercato del lavoro, portando competenze specifiche nel settore degli appalti e dei contratti.

Vi sono più profili specifici che risultano opportuni destinatari di questo progetto e che potrebbero sfruttare il loro background per dedicarsi a questa professione, piuttosto che continuare a proporsi per altre in cui il mercato del lavoro risulta già assolutamente saturo, motivo per il quale incontrano difficoltà di accesso/re-inserimento all'interno dello stesso.

Un background di tipo legale al momento non è facilmente spendibile nel settore prettamente giuridico e nell'esercitazione della professione avvocatizia, poiché il mercato del lavoro risente già di una forte saturazione di questo tipo di figure professionali è invece carente la disponibilità di risorse che si occupino di appalti, gare e contratti, settore nel quale la conoscenza e la corretta interpretazione delle normative vigenti risulta fondamentale e si sposa dunque con coloro che possiedano questa predisposizione e che abbiano effettuato questo tipo di studi.

Un background di tipo amministrativo risulta altrettanto pertinente, poiché già avvezzo alla gestione, all'implementazione e alla corretta presentazione di documenti; così come un background di tipo economico possiede le caratteristiche analitiche e di precisione necessarie allo svolgimento di questa professione.

Si tratta quindi di un progetto che risponde a una forte esigenza del mercato del lavoro, ma che è destinato al tempo stesso ad un'ampia gamma di persone con attitudini professionali diffuse ma non correttamente sfruttate.

Principali temi trattati

  • Partecipare a gare d'appalto in qualità di operatore economico
  • Applicare correttamente il nuovo Codice degli Appalti per indire e/o partecipare a gare d'appalto
  • Indire una gara d'appalto in qualità di stazione appaltante
  • Gestione del contenzioso
  • Utilizzare efficacemente programmi gestionali del settore

Dove e quando

  • Padova
  • 4 Settimane di formazione (160 ore full time)
  • 3 mesi di stage

Sono destinatari dell’iniziativa

INOCCUPATI E DISOCCUPATI (ai sensi del D. L.gs 181/2000 e s.m.i.) ANCHE DI BREVE DURATA DI ETA' SUPERIORE AI 30 ANNI in possesso dei seguenti PREREQUISITI

  • over 30
  • diplomati /  Laureati in materie economiche e commerciali o attestazioni professionali come segretaria d’azienda


Sono esclusi dalla presente iniziativa i giovani nella fascia d’età fino ai 29 anni compiuti, in relazione al fatto che in Regione Veneto è in essere una specifica iniziativa a loro dedicata.

       Vantaggi per i partecipanti

Qualora il partecipante non percepisca indennità al reddito è prevista per il solo periodo di tirocinio un'indennità di frequenza fino a 6,00€/ORA differenziata a seconda del proprio reddito.

L'ammissione al progetto è subordinata all'esito di una selezione preliminare che sarà comunicata dopo la compilazione della domanda di partecipazione

Il progetto sarà avviato solo al termine dell'istruttoria Regionale con esito "PROGETTO FINANZIATO"